Abbiamo pubblicato After Lorca (1957), la prima traduzione del capolavoro del poeta Jack Spicer, tuttora inedito in Italia. Puoi prenotare una copia su Produzioni dal basso.

La casa editrice Gwynplaine, la rivista Argo, nella figura del curatore Fabio Orecchini, e l’impresa creativa non-profit Nie Wiem hanno il piacere di presentare in anteprima nazionale la traduzione di After Lorca (1957), la prima importante pubblicazione del poeta Jack Spicer, tuttora inedita in Italia.

After Lorca (1957) di Jack Spicer
Edizioni Gwynplaine, collana Argo, 2018

Con una introduzione di Federico Garcia Lorca
Traduzione e Nota di Andrea Franzoni
Post-fazione di Peter Gizzi
A cura di Andrea Franzoni e Fabio Orecchini – Rivista ARGO

Chi è Jack Spicer

Omosessuale e libertario, Jack Spicer (Los Angeles, 1925 – San Francisco, 1965) fondò assieme a Robert Duncan e Robbin Blaser il movimento della San Francisco Renaissance e la leggendaria Six Gallery, il bar-galleria che lanciò il movimento artistico beat della costa occidentale, dove Ginsberg, per la prima volta, recitò il suo Howl , grido di protesta che segnò un’epoca civile e letteraria.

L’interesse per i versi di Spicer e per i suoi studi di linguistica è andato crescendo in  tutto l’universo letterario, non solo americano, dopo la vittoria nel 2009 del prestigioso American Book Award per il suo My Vocabulary did this to me: Collected poetry of Jack Spicer , pubblicato postumo a cura di Peter Gizzi.

Ciò nonostante sono ancora rare le traduzioni delle opere di Spicer e quella in italiano del poeta Andrea Franzoni è una delle poche apparse in Europa.

Il capolavoro del poeta culto Jack Spicer